Metodo Feuerstein_new

GIOCO COGNITIVO

VALUTAZIONI LPAD

TRATTAMENTI P.A.S.

VALUTAZIONI

Valutazione Dinamica della Propensione all’Apprendimento (L.P.A.D.)

L’obiettivo principale di questo tipo di valutazione consiste nel verificare la potenziale modificabilità cognitiva del soggetto, attraverso l’analisi dei suoi processi di pensiero.
La costante interazione tra il valutatore/mediatore e il valutato, consente di far emergere un articolato quadro del funzionamento cognitivo attuale, delle capacità di apprendimento e potenziamento delle funzioni cognitive del soggetto testato.
L’analisi dei risultati della valutazione L.P.A.D. (Learning Propensity Assessment Device) fornisce le indicazioni fondamentali per strutturare l’intervento più adatto al potenziamento delle risorse cognitive ed emotive del soggetto.

6 ore: tre incontri della durata di due ore ciascuno, con certificazione finale.

Valutazione Tzuriel D.A.Y.C. (Dynamic Assessment for Young Children)

Il Prof. David Tzuriel, collaboratore per molti anni del Prof. Reuven Feuerstein, basandosi sulle teorie di Vigotskjj relative al testing dinamico che presuppone l’attivazione della “zona prossimale”, più ampiamente attuate da Feuerstein con il Learnin Propensity Assessment Device, ha sviluppato una serie di test basati sugli stessi principi, rivolto a bambini di età prescolare o frequentanti i primi anni della scuola elementare.

Il test di Valutazione Dinamica del Prof. Tzuriel ha come obiettivo la valutazione del pensiero, della percezione e del problem solving attraverso un processo attivo di insegnamento volto alla modificazione del funzionamento cognitivo. Permette di portare alla luce potenziali risorse del soggetto che spesso rimangono latenti o nascoste dal suo comportamento manifesto.

Viene effettuato con la struttura Test – Mediazione – Retest attraverso la somministrazione di strumenti ideati dal Prof. Tzuriel costruiti per l’apprendimento, graduati per l’insegnamento e che, grazie alla loro aspetto di gioco cognitivo, garantiscono il successo del soggetto che vi si approccia.
Successivamente al test, attraverso l’applicazione degli stessi strumenti di valutazione in un percorso di intervento, è possibile attivare un processo educativo che favorisce l’ampliamento delle abilità del soggetto.

Valutazione di 6 ore totali ripartite in più incontri.
Incontro di 1h per restituzione finale solo con i genitori

TRATTAMENTI

Percorsi sul gioco cognitivo

Come rendere il gioco di un bambino utile al suo apprendimento? Come riconoscere in semplici attività quotidiane importanti momenti per il suo sviluppo cognitivo?

Il percorso “Impariamo a giocare” ha come obiettivo principale quello di aiutare i genitori di bambini da 0-6 anni, a scoprire le proprie potenzialità di mediatori di stimoli secondo la Teoria della Esperienza di Apprendimento Mediato del Prof. Reuven Feurstein e, attraverso proposte esperienziali individualizzate di gioco condiviso con il proprio bambino, favorire l’acquisizione di competenze necessarie per contribuire in modo significativo al suo sviluppo cognitivo.

Il percorso, adatto anche a bambini con bisogni speciali di età cronologica maggiore, è articolato in una serie di incontri on-line durante i quali, oltre alle indicazioni teoriche e pratiche date dal professionista ai genitori, relativamente alle modalità di interazione da attuare con il proprio bambino, verrà fornito loro del materiale didattico così che possano sperimentarne l’applicazione con il proprio figlio attraverso proposte di gioco.

Il primo incontro conoscitivo è gratuito, viene dedicato all’illustrazione del percorso e alla raccolta di tutte le informazioni necessarie ai fini di poter strutturare un percorso individualizzato e su misura per ogni bambino.

Per maggiori informazioni contattaci

Percorsi di potenziamento cognitivo con il P.A.S. BASIC – Metodo Feuerstein

Il P.A.S. Basic è il prodotto di un grande lavoro di ricerca ad opera del Prof. Reuven Feuerstein in collaborazione con il figlio Rabbì Rafael Feuerstein, un completamento del precedente P.A.S.

E’ stato ideato principalmente per bambini di età prescolare o frequentanti i primi anni della scuola elementare, ma le sue particolari caratteristiche e i suoi contenuti fanno si che possano beneficiarne diverse categorie di individui, pur di età cronologica superiore con difficoltà diverse o bisogni speciali. Trova infatti la sua applicazione anche nelle terapie cognitive per casi clinici oltre che in ambito di prevenzione del decadimento cognitivo tipico delle persone anziane.

Il P.A.S. Basic si compone di un insieme di esercizi cognitivi carta-matita raccolti in 12 strumenti studiati per stimolare diverse aree cognitive e a differenza del P.A.S. (Standard) prevede anche un lavoro sul riconoscimento delle emozioni a livello cognitivo e di altri aspetti legati alla sfera emotiva.

I principali obiettivi del P.A.S. Basic sono quelli di sviluppare le funzioni cognitive emergenti, costruire i concetti di base, fornire strumenti verbali, attivare i concetti spaziali e quelli numerici. Promuove il pensiero riflessivo e la trasferibilità degli apprendimenti nelle attività che caratterizzano la vita di ogni individuo.
Stimola la motivazione nell’apprendimento e il sentimento di autoefficacia.

L’applicazione può essere effettuata sia in gruppo che a livello individuale.
Gli incontri possono avvenire presso la nostra sede o presso la scuola frequentata dal bambino.

Percorsi di potenziamento cognitivo con il P.A.S. – Metodo Feuerstein

Il Prof. Reuven Feuerstein negli anni 50 ha ideato un insieme di esercizi cognitivi carta-matita raccolti in 14 strumenti focalizzati su specifiche aree cognitive che prendono il nome di Programma di Arricchimento Strumentale (P.A.S.).

Il P.A.S. si pone come obiettivi principali quelli di correggere le funzioni cognitive carenti, di potenziarle creando nuove abilità cognitive, sviluppare concetti, strategie e operazioni mentali, promuovere il pensiero riflessivo e l’insight oltre a trasformare l’individuo da passivo ricettore ad attivo produttore di informazioni.

La sua applicazione prevede l’intervento di un professionista il quale, interagendo attivamente con il soggetto che vi si sottopone e mediando gli stimoli con tecniche specifiche, gli permette di “imparare ad imparare” arricchendo il proprio repertorio individuale di strategie cognitive utili per un apprendimento più efficace.
Grazie alla sua caratteristica di assenza di contenuti specifici favorisce l’acquisizione di abilità cognitive ed incentiva il trasferimento delle stesse in contesti differenti della vita di ogni individuo, i quali beneficiano di una nuova motivazione intrinseca al compito che genera positive ricadute anche sulla propria autoefficacia e sull’autostima.

Scrivici per avere maggiori informazioni